FAQ

Domande e Risposte
Cosa succede dopo aver sottoscritto il piano Active?
Quale livello di difficoltà fa per me?
Per quanto tempo devo allenarmi?
Ci sono corsi per principianti?
I Corsi sono adatti a tutte le Età?
Quando si tengono i corsi?
Ho completato un corso, posso rifarlo?
Ho bisogno di Software/Programmi appositi?
Posso seguire le lezioni sul mio smartphone?
Servono attrezzi per svolgere i corsi?
Ho una domanda

Riceverai immediatamente una conferma via e-mail, e da quel momento avrai accesso senza limiti a tutti i corsi e le relative lezioni della piattaforma. Ricorda che le lezioni possono essere ripetute quante volte vuoi, ma cerca di seguire il tuo livello di allenamento dandoti il tempo di migliorare progressivamente.

Le lezioni sono suddivise in 3 livelli: principiante, intermedio e avanzato. La scelta del livello dipende dalla forza dei tuoi muscoli profondi,  dalla capacità di controllare ogni singolo movimento e, in particolare, dal controllo delle curve della spina dorsale che devono rimanere sempre entro un grado fisiologico. Il metodo Pilates imposta il lavoro in maniera differente dalla ginnastica fatta normalmente in palestra: occorre dare al corpo il tempo di imparare a centralizzare il movimento, sviluppare la propriocezione  e la capacità di isolare le azioni motorie. Per fare questo occorre allenarsi per gradi. Non provare il livello avanzato se sei alle prime armi nel Pilates, anche se parti da un buon tono muscolare di base. Se hai patologie a carico della schiena, accedi al video dedicato.

Un buon allenamento si organizza in giornate di routine e giornate di recupero. Il nostro consiglio è di frequentare almeno due o tre lezioni in settimana, meglio se un giorno sì e uno no. Nelle giornate di pausa, puoi associare una passeggiata veloce per attivare la circolazione e fare un po’ di stretching per allungare i muscoli: la lunghezza dei fasci muscolari incide sulla nostra postura e sull’esecuzione dei movimenti.

Certamente. Una sezione intera è stata pensata a chi inizia ora a conoscere questo metodo. La sezione dedicata propone anche alcuni esercizi di livelli Pre-Pilates, necessari per insegnare al corpo la dissociazione del movimento e creare gradualmente il tono addominale necessario per proteggere la schiena negli esercizi più avanzati.

Sì: un adulto dovrà lavorare sul tono, ma anche sul recupero della mobilità, associando alcuni esercizi di stretching; un giovane, invece, ha spesso una buona mobilità di base, ma poco sostenuta dai muscoli del core (addome e tronco) e quindi talvolta soffre precocemente di mal di schiena e posture scorrette.

Consigliamo agli allievi over 70 che non abbiano un passato da sportivi di frequentare corsi in presenza: alcune posture scorrette a carico della schiena, instabilità delle ginocchia e delle spalle ci fanno consigliare un protocollo specifico sotto l’occhio vigile di un istruttore.

Puoi allenarti quando vuoi, possibilmente non subito dopo i pasti. Se ti alleni al mattino, ricorda che la muscolatura è più fredda e dovrai allungare i muscoli più dolcemente, ma poi ti godrai il lavoro per tutta la giornata. Se ti alleni la sera non ci sono controindicazioni, perché non si tratta di un esercizio aerobico e non avrai problemi a prendere sonno. Periodicamente la piattaforma ti proporrà nuovi contenuti per avere sempre nuovi stimoli. Ricorda che, se vuoi un confronto diretto con noi, puoi sempre raggiungerci a Rovereto, in Trentino, dove abbiamo una sede in centro città presso la quale svolgiamo corsi in presenza sia in forma di lezioni collettive, sia come personal in studio.  Ci trovi anche al 345 8571465 / info@artea.tn.it

Certamente! Puoi ripetere più volte la stessa lezione, perché gli esercizi sono proposti in maniera da costruire un percorso organico,  dando lavoro a tutte le catene muscolari. Solo le lezioni proposte nella sezione “Pilates in pillole” presentano un lavoro più concentrato su una parte specifica del corpo o una particolare esigenza.

Nulla di tutto ciò, ti basterà il browser (Chrome,Firefox, ecc…) che stai utilizzando per leggere queste FAQ!

Si, puoi utilizzare comodamente il tuo smartphone come il tuo computer personale.

Le lezioni sono proposte sia nella forma a corpo libero (matwork = lavoro a materassino), sia con qualche piccolo attrezzo. Si tratta prevalentemente di attrezzi poco costosi e ti consigliamo di acquistarli perché aiutando a capire meglio il movimento e, altre volte, a renderlo più intenso. Se non li avessi, ti proponiamo alcune alternative: 

  • softball = palla morbida da 24/26 cm di diametro, puoi sostituirla con una palla sgonfia o un cuscino un po’ strutturato;
  • weightball = pesetti, puoi usare due bottigliette d’acqua o riempirle con della sabbia; 
  • banda elastica, scegli un modello da 180/200 cm e non acquistarlo in base al colore che ti piace di più, ma all’intensità della gomma, fatti consigliare dal rivenditore – se non l’avessi,  puoi usare una calza in microfibra pesante; 
  • ring / magic circle, l’attrezzo più amato e odiato dagli allievi, una vera e propria palestra in casa, vale la pena averne uno in casa;
  • form roller = cilindro, non ha alternative casalinghe: se sei principiante, acquista un form roller semicilindrico; se sei già allenato, puoi prendere un cilindro intero da 90 cm o da 100 cm, se sei alto/a; 

gymball = palla grande da 65 cm di diametro, attrezzo interessante, ma un po’ ingombrante: ricorda che può essere usato alla scrivania al posto della sedia per mantenere la colonna in movimento ed evitare posture scorrette nei lavori d’ufficio.

Ti rispondiamo volentieri, puoi trovare tutti i nostri contatti nella pagina “Contatti”